Yoga e ayurveda per l’autunno: consigli e una lezione gratuita

*Articolo aggiornato Settembre 2021

L’autunno è la stagione di transizione che ci aiuta ad allontanarci dall’abbondanza dell’estate e ad abituarci al freddo e silenzioso inverno.

E così come gli alberi lasciano andare le foglie, che cadono al suolo per tornare a nuova vita, anche noi possiamo approfittare dell’autunno per lasciare andare le rigidità nel corpo e per abbandonare i pensieri che non hanno più motivo di esistere dentro di noi.

Proprio per questo motivo l’autunno è un momento straordinario per creare spazio per nuove idee, nuove sensazioni, nuove prospettive.

…e come sempre gli insegnamenti dello yoga sono a nostra disposizione per aiutarci ad attraversare nel migliore dei modi questa straordinaria stagione.

In questo articolo ti aiuterò ad identificare le pratiche yogiche ed ayurvediche più indicate per questo periodo dell’anno, che sono certa ti aiuteranno a lavorare in maniera equilibrata con le energie dell’autunno.

Tuttavia, prima di passare alla pratica, voglio parlarti di alcuni argomenti specifici che affronteremo. In particolare:

Iscriviti alla newsletter di Yoga n' Ride

...è il modo migliore per ricevere interessanti contenuti sul magico modo dello yoga, dell'ayurveda, e della meditazione

Cliccando sul pulsante accetti la Privacy Policy ed i Termini e Condizioni di Yoga n’ Ride.

L’autunno secondo l’ayurveda

Ti senti nervoso, ansioso o hai difficoltà a concentrarti? Il tuo yoga non è più come quello di qualche mese fa, e senti il tuo corpo rigido o magari percepisci le articolazioni un po’ doloranti? Hai per caso notato che la tua pelle è molto secca?

Beh, se ti ci rivedi con uno o tutti di questi sintomi, sappi che potrebbe essere colpa dell’autunno!

Infatti, secondo l’ayurveda (ovvero l’antica medicina tradizionale indiana che è, per così dire, sorella dello yoga), ad ogni stagione vengono associate determinate caratteristiche o elementi chiamati dosha.

E il segreto per rendere la pratica efficiente, e non soffrire degli squilibri del dosha predominante, sta proprio nel prediligere una pratica adeguata per mantenere un equilibrio tra le diverse energie.

Per maggiori informazioni dai un’occhiata a questo articolo: Ayurveda: che cosa è, come funziona, e come mettere in pratica i suoi insegnamenti

In particolare nei mesi autunnali predomina il dosha Vata, ovvero l’elemento costituito da etere ed aria, che ha le caratteristiche di leggerezza, spazio, trasparenza e instabilità.

Gli effetti della prevalenza di Vata nel nostro organismo potrebbero manifestarsi con una sensazione di “sradicamento”, perdita di punti di riferimento o difficoltà a concentrarsi.

Altri segni di uno sbilanciamento di Vata possono essere stitichezza, gonfiori, insonnia, ma anche disturbi alle vie respiratorie. Non a caso questa stagione è associata agli organi di eliminazione, come i polmoni, l’intestino crasso e la cute.

Ma niente paura, per mantenere Vata in equilibrio ancora una volta possiamo ricorrere allo yoga… infatti, attraverso gli asana e le pratiche di respirazione viene stimolato il funzionamento dei polmoni, con il risultato che, quando questi organi lavorano bene e il corpo riesce ad eliminare le tossine in modo efficiente, l’intero organismo diventa forte e tonificato.

In questo modo si riducono i sintomi di allergie, il sangue viene purificato, la condizione della cute migliora, la vitalità e l’energia aumentano.

Ma non è tutto…

Scegliendo di praticare in modo specifico per la stagione autunnale, è possibile migliorare la capacità dell’intestino crasso di eliminare ciò che non apporta nutrimento al corpo, e di migliorare l’assorbimento dei minerali.

Inoltre, poiché l’intestino è considerato il nostro secondo cervello, dove risiedono milioni di neuroni, quando le sue funzionalità vanno al meglio, anche la mente diventa più chiara e attiva.

Se ti interessa questo argomento, ti suggerisco di leggere il libro: “La saggezza del secondo cervello“ di Francesco Bottaccioli.

Clicca qui per acquistare il libro su Amazon >>

In più, al di lá delle pratiche che possiamo fare sul tappetino, e di cui parleremo in seguito, esistono tante altre buone e sane abitudini autunnali che possono aiutarci a tenere Vata in equilibrio.

Ecco di seguito quali sono le principali:

Il benessere inizia dalla bocca

Come ogni stagione, ci piace ricordare questa buona abitudine “sempreverde” che si dimostra un valido aiuto per aiutare il corpo nel suo processo di eliminazione delle tossine.
Prendersi cura dell’igiene della bocca, pulendo la lingua ogni mattina, dove si accumulano gli scarti che il nostro corpo ha eliminato durante la notte, può aiutarci a vivere un autunno all’insegna della salute.

Quindi, ancora una volta, consigliamo di utilizzare con regolarità un nettalingua, una sana abitudine che ci dovrebbe accompagnare tutto l’anno, per liberarci da quelle tossine che il corpo con tanta fatica ha eliminato e che ha numerosissimi vantaggi, ad esempio aiuta a mantenere i denti sani ed aumenta la sensibilità delle papille gustative facendoci apprezzare di più il sapore di ciò che mangiamo.

Se vuoi approfondire questo argomento, capire come eseguire questa tecnica e quali strumenti sono necessari, puoi leggere questo articolo: Il nettalingua: ecco come (e perché) utilizzarlo per l’igiene della tua bocca

Mangiare Consapevole

Rispettare le stagionalità, consumando frutta e verdura di stagione, è importante per la salute e per l’ambiente, oltre che essere più economico e quindi fa sorridere anche il nostro portafoglio oltre che il nostro intestino 🙂

Quindi via libera ad arance, uva, castagne, cachi, kiwi, mele, carciofi, cavolfiori, spinaci, zucca.

Inoltre, per mantenere Vata in equilibrio, ti consiglio di evitare zucchero e caffeina, cibi freddi, crudi e surgelati e di prediligere cibi caldi ed umidi, come le zuppe e le creme di cereali o porridge di avena al mattino e pietanze cotte al vapore o in umido.

Prendere una buona abitudine

Proprio per la natura “mentale” che caratterizza Vata, è importante dedicare del tempo alla meditazione ed al riposo, durante il corso delle giornate autunnali, per mantenere ansia e stress, che caratterizzano questo dosha, sotto controllo.

Anche solo un breve riposino pomeridiano, oppure qualche minuto di meditazione al mattino appena svegli o la sera prima di addormentarsi, porterà grossi benefici ed effetti positivi anche sull’umore.

A questo proposito, ti ricordiamo che su Yoga n’ Ride è disponibile a tutti uno speciale Corso base di Meditazione, che è perfetto se sei “alle prime armi” con la meditazione… o se la pratichi da tempo, ma senti di avere delle incertezze o delle lacune che vuoi colmare.

Depurarsi consapevolmente…dall’interno

Iniziare la giornata con una bella tazza di acqua calda con il succo di un limone, e magari l’aggiunta di zenzero e/o miele, è una semplice ed efficace pratica disintossicante, che, così come in primavera, anche in autunno, aiuta ad eliminare le tossine nel tratto gastrointestinale, idrata il sistema linfatico, pulisce la pelle e rinforza il sistema immunitario.

Idratarsi consapevolmente…dall’esterno

Dedicare del tempo a massaggiarsi il corpo con dell’olio di sesamo tiepido (puoi utilizzare anche un altro tipo di olio, secondo il tuo dosha), magari prima della doccia, è un’ottima pratica da fare in autunno, in quanto compensa le caratteristiche di secchezza e rigidità tipiche di Vata ed aiuta a mantenere idratata la pelle, che insieme ai polmoni ed all’intestino crasso, è l’organo relazionato a questa stagione e quindi è importante prendercene cura e prestargli attenzione.

Consigli pratici per fare yoga in autunno

Come abbiamo visto, la stagione autunnale è caratterizzata dall’elemento Vata, che ahimè ha la caratteristica di rendere il corpo più rigido e le articolazioni maggiormente sensibili.

Potrebbe quindi capitarti di percepire che il tuo yoga stia “tornando indietro” anziché evolvere… beh, se così dovesse essere non ti preoccupare, perché è assolutamente normale essere influenzati dal ciclo delle stagioni, e con qualche accorgimento le cose potranno andare meglio.

In particolare il mio suggerimento è quello di cercare di praticare con un ritmo graduale e costante, e di prediligere una pratica rilassante e riscaldante.

Mentre ti muovi tra una posizione e l’altra fai in modo di mantenere un respiro lento e regolare. Esplora la fluidità nel corpo praticando con dolcezza movimenti lenti e con l’idea di “lasciar andare”.

Proprio come un albero lascia andare le sue foglie per potersi rinnovare, prova a lasciar andare la perfezione nella pratica e abbandonati semplicemente nella posizione, senza paura di sbagliare, prestando invece quanta più attenzione possibile all’ascolto del corpo, per ricercarne la fluidità piuttosto che la fisicità della posizione.

Infine, un segreto per rendere la tua pratica ancora più “radicata” – e bilanciare così l’energia di Vata che porta allo “sradicamento”- è iniziare la pratica con un piacevole e riscaldante massaggio ai piedi che ti aiuterà anche a migliorare la circolazione.

Durante l’autunno le sequenze di yoga dovrebbero avere l’obiettivo di equilibrare, purificare e lasciar andare, e sono rivolte verso la calma, la concentrazione e l’interiorizzazione.

In autunno è consigliato praticare le posizioni che lavorano nelle zone del corpo dove si immagazzinano scorte ed eccessi di grassi, come il giro vita, i fianchi, i lati della schiena.

Inoltre nei mesi autunnali sono ideali le posizioni che mirano a creare spazio nella cassa toracica, poiché ci aiutano ad utilizzare al massimo la capacità polmonare, ossigenando gli organi ed i tessuti, facendo entrare il nuovo ed uscire il vecchio.

In questo modo, tutte le zone critiche del corpo, come quelle che trattengono liquidi e impurità, vengono aperte e rilasciate, per dare tono, elasticità, vigore, forza.

Infine, tra gli asana indicati per la stagione autunnale, ci sono quelli che lavorano per rinforzare le gambe, poiché stimolano l’energia del Primo chakra (Muladhara), sviluppando il radicamento e portando equilibrio nell’elemento Vata.

Lezione gratuita: Yoga per l’autunno

Se non vedi l’ora di srotolare il tappetino, fantastico! È finalmente arrivato il momento di mettere in pratica tutti questi consigli con una lezione specifica per questa stagione.

Come abbiamo visto, da un punto di vista ayurvedico nei mesi autunnali predomina il dosha Vata… e per mantenere Vata in equilibrio, ancora una volta possiamo ricorrere allo yoga… infatti, attraverso gli asana e le pratiche di respirazione viene stimolato il funzionamento dei polmoni, con il risultato che, quando questi organi lavorano bene, il corpo riesce ad eliminare le tossine in maniera più efficiente, favorendo il nostro stato di salute.

E’ una lezione adatta a tutti, ma se non hai mai fatto yoga, ti consiglio di seguire la prima lezione principianti in modo da avere le basi per partire con il piede giusto.

Infine, per gli abbonati a Yoga n’ Ride, sono disponibili due esclusive lezioni specifiche per l’autunno, una di 76 minuti, per quando hai più tempo a disposizione, e l’altra per quando ne hai un po’ di meno, di 36 minuti.

Pranayama per l’autunno

Essendo i polmoni l’organo principe di questa stagione, le tecniche di pranayama sono super utili da praticare in autunno. In particolare Mridanga, la respirazione a tamburo, una particolarmente utile per bilanciare le energie di Vata dosha, ideale per i fumatori e tutte quelle persone che sono alla ricerca di una sensazione di leggerezza nel petto per sentire i polmoni più liberi e aperti.

Se ti va di approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere l’articolo: Purificare i bronchi con la respirazione a tamburo

Se fai parte degli abbonati a Yoga n’ Ride, su questa pagina trovi un video in cui ti guido nella pratica di Mridanga.

Programma di Yoga per ogni stagione

Per tutti i gli abbonati a Yoga n’ Ride a cui piace praticare yoga seguendo il ritmo delle stagioni sul nostro sito mettiamo a disposizione delle playlist di lezioni specifiche per ogni stagione, in quanto sapere quale tipo di yoga fare in ogni momento dell’anno è fondamentale per essere sicuri di praticare in maniera corretta e bilanciata.

E per aiutarti ancora di più nella scelta della lezione giusta da fare in ogni periodo dell’anno abbiamo pensato di preparare una speciale ed esclusiva serie di email, interamente dedicate alla stagione in corso.

Grazie a questa iniziativa ogni settimana potrai ricevere, direttamente nella tua casella di posta elettronica, interessanti suggerimenti Yoga e Ayurveda, ed una serie di lezioni specifiche per la stagione in corso ed il tema affrontato, che ti permetteranno di praticare yoga seguendo una routine bilanciata ed in linea con le indicazioni ayurvediche per la stagione.

In questo modo potrai seguire la tua routine di pratica yoga con la certezza di stare lavorando sugli organi maggiormente coinvolti in questo periodo dell’anno, rispettando l’equilibrio dei tuoi dosha.

Per maggiori informazioni ti suggerisco di dare un’occhiata alla pagina di presentazione del programma >

Questo nuovo programma è settimanale: ogni sabato riceverai nella tua casella di posta un approfondimento relativo all’argomento della settimana (ad esempio: radicamento, purificazione, stabilità emotiva, etc.), ed una serie di lezioni di diversa lunghezza che potrai seguire in base alla tua disponibilità di tempo.

Oltre alle lezioni, in ogni email troverai anche la parte dedicata alle meditazioni, ai mudra ed alle pratiche di rilassamento guidato inerenti l’argomento della settimana.
In pratica, ti basterà adattare la nostra proposta alla tua disponibilità di tempo all’interno della settimana, e scegliendo fra le lezioni che ti invieremo, potrai praticare seguendo un programma studiato su misura per rispettare l’importante ritmo della stagioni.

Ti auguro una splendido autunno “Vata” ma non troppo … e ricordati che è arrivato il momento migliore per lasciar andare …ma anche per condividere!

(In particolare, per condividere questo post sui tuoi Social Network e migliorare così anche l’autunno di qualcun’altro!! 🙂)

Ti sei mai chiesto come stanno i tuoi Chakra?

CHAKRA_TEST_2.0

Abbiamo creato un test simpatico e divertente in grado di aiutarti a capirlo.

Prova ora... è gratis! :)

Altri articoli che potrebbero interessarti:

I Cinque Riti Tibetani: cosa sono e come funzionano (+ video gratuito)

I Cinque Riti Tibetani sono una pratica energizzante completa che lavora su tutto il corpo, frutto della rielaborazione di alcune posizioni tradizionali dello yoga.

Psoas: il muscolo dell’anima per allontanare ansia e stress

Lo psoas viene chiamato “muscolo dell’anima”, in quanto la sua relazione con la nostra condizione psicofisica è profondissima.

Lo Yoga “ci cambia”! Ecco come, e perché…

Il cambiamento è una delle condizioni più complicate con le quali, in quanto esseri umani, ci ritroviamo ad avere a che fare.

12-benefici-yoga

I 12 benefici dello yoga sul corpo e sulla mente

Solo 12 benefici dello yoga? Beh… in realtà sono molti di più, ma non vorrai mica che ti sveli tutto subito, vero?

20 commenti su “Yoga e ayurveda per l’autunno: consigli e una lezione gratuita”

  1. Grazie Laura, lezioni semplici di grande efficacia.

    Rispondi
    • Grazie mille Frank!
      Buona continuazione & Namaste ???

      Rispondi
  2. Molte grazie ho fatto la respirazione e mi sento molto bene.

    Rispondi
    • Grazie a te Patrizia per aver provato.
      Mi fa molto piacere che la respirazione ti sia stata utile, buona continuazione, un abbraccio ???

      Rispondi
  3. Laura ti dico solo che sei fantastica e molto dettagliata nelle spiegazioni……grazie x quello che ci doni

    Rispondi
    • Ciao Santa,
      Anche tu sei fantastica, grazie mille per le tue parole. Buona continuazione e buona giornata :)))

      Rispondi
  4. Grazie Laura! è molto interessante questo programma autunnale di purificazione, è sicuramente utile per affrontare la stagione invernale nel migliore dei modi. ❄️⛄️

    Rispondi
    • Grazie Cristina,
      Mi fa piacere che il programma ti piaccia :)))
      Buon yoga autunno ????

      Rispondi
  5. Bellissime lezioni Laura. Spiegate in modo chiaro e molto piacevole. Brava e grazie. Namaste.

    Rispondi
    • Super grazie Gloria :)))
      E’ un piacere poter yogare insieme, buona giornata e Namastè

      Rispondi
  6. Grazie Laura, veramente un piacere vedere i tuoi video sempre spiegati in modo semplice ma molto utile. Complimenti e Namaste

    Rispondi
    • Grazie Stefano per le tue parole,
      Il piacere è tutto mio se ti piace fare yoga :)))
      Buona serata e alla prossima!

      Rispondi
  7. Laura sei davvero FANTASTICA!!!! Grazie per la tua generosità nell’insegnamento, è belloil lavoro che prepari per noi e che fa parte del nostro abbonamento, è un incentivo per continuare a seguirti e a praticare yoga. Grazie ancora. Namastè

    Rispondi
    • Grazie Daniela,
      è sempre un piacere condividere ciò che lo yoga mi insegna lungo questo straordinario cammino e “accompagnarvi” nella scelta dello yoga offrendovi contenuti nuovi.
      Buona serata e Namastè.

      Rispondi
  8. Complimenti

    Rispondi
    • Grazie mille a te Simona per aver letto il post 😉
      Buona serata e alla prossima!

      Rispondi
  9. Bellissime lezioni Laura. Sto praticando yoga anche presso un’ insegnante ma i tuoi insegnamenti completano perfettamente e mi aiutano a mettere in pratica anche a casa,
    Grazie ?
    Roberta

    Rispondi
    • Grazie Roberta,
      è un piacere sapere di esserti utile per completare il tuo yoga :)))
      Ci vediamo alla prossima, buona serata 😉

      Rispondi
  10. Stupendo. Sono appena stata operata ad una spalle e la respirazione ujjay mi aiuta molto. Grazie Laura

    Rispondi
    • Ciao Marie,
      grazie mille a te per la tua testimonianza. Sono felice di sapere che la respirazione ti sia utile, evvai :)))
      Buona continuazione e alla prossima 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter di Yoga n' Ride

...è il modo migliore per ricevere interessanti contenuti sul magico modo dello yoga, dell'ayurveda, e della meditazione

Cliccando sul pulsante accetti la Privacy Policy ed i Termini e Condizioni di Yoga n’ Ride.