Il Palming è una bellissima tecnica yoga che ci permette, in poco tempo, di rilassare la vista affaticata.

La cosa interessante è che il Palming lo puoi praticare ovunque: in ufficio, la sera prima di andare a dormire… ogni volta che senti il bisogno di reidratare gli occhi e di rilassare la vista affaticata.

Purtroppo quella di avere gli occhi irritati, secchi ed affaticati è una condizione sempre più comune… e il motivo della sua diffusione “lo abbiamo proprio sotto gli occhi” : la tecnologia con la quale conviviamo tutto il giorno.

Computer, telefoni, tablet, tv … qualcuno ha anche sviluppato una notevole capacità di multitasking, e col telefono cambia canale alla televisione… che guarda sull’ipad.

E’ inevitabile che l’esposizione continuata, spesso a distanza ravvicinata, con tutta questa tecnologia, finisca con il rivalersi sui nostri occhi.

Ancora una volta lo yoga ci viene in soccorso, con una tecnica presente nel libro Asana-Pranayama-Mudra-Bandha, di Swami Satyananda, e ripresa in seguito da William Horatio Bates, un famoso oftalmologo che, nel 1919, sviluppò un metodo di medicina alternativa chiamato appunto metodo Bates.

Palming e metodo Bates

Il metodo Bates aveva come obiettivo quello di curare le imperfezioni della vista – come miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia –  senza l’utilizzo di occhiali o di chirurgia, ma attraverso una serie di esercizi… tra cui il Palming.

Gli studi di Bates sono privi di riscontri scientifici – sono anzi stati dichiarati infondati – e lui è stato ampiamente criticato dalla comunità scientifica, che riteneva i miglioramenti subiti dai pazienti conseguenza di un effetto placebo, e non di un reale beneficio del metodo adottato.

Nonostante le critiche, pare che il metodo funzioni e sono sempre più numerosi i casi di persone che grazie a questo metodo, hanno migliorato o eliminato del tutto la miopia.

Per quanto mi riguarda, ho avuto modo di conoscere diverse persone che grazie a questo metodo hanno recuperato notevolmente la vista, e un po’ mi dispiace di non aver conosciuto questo metodo prima di sottopormi ad un’operazione per la riduzione della miopia, altrimenti, poiché si tratta di una tecnica assolutamente naturale e senza controindicazioni, la avrei provata sicuramente.

Se vuoi scoprire qualcosa in più sul Metodo Bates, ti suggerisco di leggere il libro pubblicato dal Dott. Bates, che puoi acquistare su Amazon cliccando qui >

Una delle tecniche utilizzate in questo metodo e che si utilizza anche nello yoga è il Palming, una tecnica molto utile a rilassare e rivitalizzare i muscoli oculari, migliorare la lubrificazione degli occhi,  e soprattutto indurre un rilassamento mentale.

Come si fa

Fare il Palming è semplicissimo… e lo puoi fare veramente ovunque.

Il mio consiglio, come al solito, è quello di ritagliarti uno spazio ed un momento in cui sai che non sarai disturbato.

come-fare-il-palming

 

La posizione ideale per farlo è seduto a gambe incrociate; ma se questa posizione non dovesse esserti comoda –  o se dovessi avere delle difficoltà a tenere le braccia sollevate -, puoi sederti su una sedia, di fronte ad una tavolo dove poter appoggiare i gomiti.

Ok! Sei entrato nel mood giusto? Iniziamo…

  • Sfregati i palmi delle mani, in modo abbastanza vigoroso, fino a quando diventano caldi.
  • Appoggia delicatamente i palmi delle mani sopra gli occhi.
    (Assicurati che siano i palmi a coprire gli occhi e non le dita delle mani.)
  • Mantieni la schiena e la testa diritte
  • Rilassa le spalle ed il collo
  • Mantieni la posizione finché il calore delle mani viene assorbito dagli occhi

Se sei più comodo, poi anche appoggiare un cuscino sotto i gomiti per fare in modo di aiutarti a sostenere il peso del corpo, senza creare tensioni nelle spalle e nel collo.

Come sempre, l’importante è che la posizione sia comoda.

Quante volte farlo, e quando?

Se pratichi il Palming come esercizio a se stante, è consigliato ripeterlo per almeno 3 volte.
All’inizio o alla fine di una sequenza di yoga, invece, lo si può ripetere da 1 a tre volte…. dipende molto da come è strutturata la pratica.

Io ti consiglio di non fissarti sul numero di ripetizioni… è la qualità che conta, non la quantità.

Per spiegarti cosa intendo, di seguito ti faccio un elenco di cose che puoi scegliere di fare durante il Palming:

Cosa fare durante il Palming:

Non esiste una regola precisa che stabilisca le cose da fare durante il Palming, essendo una pratica di rilassamento riconducibile alla meditazione,  in realtà bisognerebbe non pensare a niente.

Tuttavia, per quanto a parole sembri semplice… non pensare a niente rischia di essere per molti di noi la cosa più complicata di questo mondo.

L’alternativa che abbiamo per fare in modo che la pratica risulti davvero efficace, evitando allo stesso tempo che la mente parta per la tangente ed inizi a pensare alle mille cose della giornata, è di tenerla impegnata.

Per farlo possiamo abbinare al Palming alcune tecniche:

Respiro

Uno degli aspetti più importanti per rendere il rilassamento efficace è l’utilizzo del respiro. Durante la pratica dovresti cercare di tenere il tuo respiro stabile, profondo e rilassato. Per aiutarti a farlo puoi praticare la respirazione yogica completa.

Se non sai come eseguirla dai un’occhiata a questo post: Respirazione yogica completa: Ecco come fare! >>

Pensiero positivo

Spesso, durante le pratiche meditative la mente ad un certo punto inizia a perdere la concentrazione e si distrae … se inizi  fare pensieri poco piacevoli, è meglio convertire queste sensazioni con qualcosa di più piacevole.
Per farlo, ti basta pensare  a qualcosa di bello, qualcosa che ti faccia star bene, come ad esempio un ricordo divertente, il sorriso di un bambino, il tuo animale domestico, ecc…

In genere quando riportiamo alla memoria un ricordo di questo tipo, ci scappa sempre un sorriso e proviamo una sensazione piacevole.

Le affermazioni positive possono essere rivolte anche al miglioramento la nostra vista, come per esempio:

  • Ora vedo  chiaramente
  • La mia vista sta migliorando ogni giorno
  • Ho una visione perfetta e posso vedere tutto chiaramente

Puoi anche approfittare del tempo del Palming per  ripetere il  tuo sankalpa, ricordi ?
E’ il proposito positivo che si utilizza in una tecnica di rilassamento  profondo chiamata Yoga Nidra.

Trovi più informazioni sul sankalpa in questo articolo: Yoga Nidra: Cos’è, come si fa, perchè funziona >>

Visualizzazione

La visualizzazione è una tecnica molto utilizzata dagli atleti o dagli uomini e donne in carriera per raggiungere i loro obiettivi. Si tratta di visualizzarsi in azione durante la competizione, visualizzarsi durante una conferenza importante ecc…

Anche se non siamo atleti di successo o uomini o donne in carriera, tutti noi abbiamo dei piccoli obiettivi o delle cose che nella vita vorremmo si realizzassero.

Possiamo quindi approfittare del tempo del Palming per dare spazio, attraverso la visualizzazione, ai nostri sogni o desideri. Per farlo ti basta visualizzare ciò che vuoi che accada e cercare di riprodurre la sensazione che proverai nel momento in cui quella cosa si realizzerà.

Per concludere…

Il Palming è una bellissima pratica, facile, pronta all’uso, che può aiutarti a calmarti e rilassare gli occhi… e della quale ti consiglio l’uso e l’abuso soprattutto se, come me, passi molto tempo davanti al pc.

Spero che ora ti sia tutto più chiaro, sotto tutti i punti di vista, e che tu riesca a vedere meglio i pulsanti per la condivisione di questo articolo sui tuoi social network… sono qui a fianco 🙂

Buon Palming!