“Ti conviene guardarti alle spalle, capito?

Non importa che tu abbia le spalle larghe o le spalle grosse; continua così, e ti troverai con le spalle al muro.

E quando cercherai una spalla su cui piangere, troverai solo chi ti riderà alle spalle.”

Se ancora non l’hai ancora intuito… in questo post ti parlo di alcuni semplici esercizi yoga per le spalle.

Che sono una gran bella articolazione; infatti, oltre ad avere la squisita funzione di tenere le braccia attaccate al corpo, e di permetterci di alzarle e di abbassarle, ci consentono anche di farle ruotare; movimento questo che ci differenzia dalla maggior parte degli animali.

E c’è di più; le spalle le utilizziamo per indirizzare i movimenti di tutto il corpo; lo facciamo camminando, correndo, salendo le scale o entrando in macchina.

E, a un livello più cosciente, lo facciamo anche nello sport.

Hai mai notato come i surfisti anticipino, con la spalla, il movimento che vogliono far compiere alla tavola? O di come gli snowboarder buttino dentro la spalla per compiere le rotazioni? O di come i climber utilizzino le spalle per muoversi da una presa all’altra?

Questo succede perché attraverso le spalle decidiamo dove far muovere il peso del corpo, e quale direzione fargli prendere.

Le spalle sono molto più importanti di quanto crediamo e i disturbi che ci possono procurare, se non le trattiamo come si deve, possono influenzare notevolmente anche le nostre attività quotidiane.

Purtroppo, negli ambienti dove si pratica sport, è frequente vedere persone che si scaldano le spalle ruotandole furiosamente, quasi volessero spiccare il volo…senza ottenere per altro nessun risultato: rimangono incollati a terra e le loro spalle non sono affatto più pronte ad affrontare l’attività sportiva, sono solo già stanche.

Oggi voglio consigliarti alcuni esercizi di yoga che trovo molto utili e facili da eseguire prima dell’attività sportiva.

Sono esercizi che vanno eseguiti lentamente e in coordinazione con il respiro. Oltre a preparare le spalle per lo sforzo a cui andremo a sottoporle, questi esercizi hanno lo scopo di stimolare la propriocezione, insegnandoci a capire e comprendere la maniera in cui le nostre spalle lavorano.

rotazione delle spallePronto?

  • Mettiti nella posizione della montagna (in piedi, gambe divaricate alla larghezza dei fianchi, spalle e braccia rilassate, palmi delle mani rivolti l’esterno, testa diritta al centro).
  • Appoggia le mani sulle spalle e rilassa i gomiti.
  • Rilassa le spalle, il collo e tutti i muscoli del viso.
  • Inspirando comincia a fare un movimento di rotazione delle spalle, portando i gomiti in avanti e facendoli salire verso l’alto.
  • Espirando continua la rotazione e riporta i gomiti verso il basso.
  • Ripeteti per tre volte in un senso di rotazione e poi ripeti nell’altro senso.

Lo stesso esercizio lo puoi eseguire anche mantenendo le braccia ben distese.

Un altro esercizio molto utile per farti girare le spalle si chiama “posizione dei due cerchi“; puoi eseguirlo in piedi, nella posizione della montagna, oppure in ginocchio.

due cerchi asana yogaSi fa così:

  • Inspirando solleva le braccia tese, all’altezza delle spalle
  • Espira. Chiudi gli occhi e porta l’attenzione sulle mani tese, con le dita unite.
  • Continuando a respirare in modo lento e profondo, disegna con le punte delle dita dei cerchi che da piccoli diventano sempre più grandi.
  • Poi ripetili in senso contrario, da grandi diventano sempre più piccoli.
  • Inspira profondamente ed espirando abbassa le braccia.

 Capito come funziona?

Forse già conoscevi questi esercizi… non ho inventato niente di nuovo, ma la differenza la fa come esegui il movimento.

Se li hai eseguiti correttamente, cioè lentamente, e coordinando il respiro con il movimento, è probabile che tu abbia sentito l’articolazione lavorare ogni singolo istante, i muscoli dorsali distendersi, quelli pettorali allargarsi e magari anche qualche scricchiolio.

Sono le tue spalle che si risvegliano, si stiracchiano, e si preparano per andare al lavoro!

Questi esercizi sono facili e possono essere praticati ovunque: in spiaggia, in montagna, sul sup. Sono gratuiti e ci impegnano poco tempo.

Bello eh? Keep Riding… e se vuoi far girare le… spalle anche a qualcun altro, condividi questo post sui tuoi social network!