Automassaggio Ayurveda: come fare e quali oli utilizzare

Hai presente quando le ossa scricchiolano o hai la pelle super secca?

Ecco, da un punto di vista ayurvedico questa è un indicazione abbastanza caratteristica di un disequilibrio nel dosha relazionato con l’elemento aria ed etere, ovvero Vata dosha.

Sempre secondo gli insegnamenti dell’ayurveda è molto importante prendersi cura del nostro corpo attraverso un bel massaggio oleoso, perché il nostro caro amico “elemento aria” è fortemente relazionato con la pelle e con il nostro sistema scheletrico.

E anche se sarebbe comodo e piacevole affidarsi ogni volta ad un terapeuta ayurveda per un bel massaggio completo, questo non esclude che possiamo imparare a prenderci cura del nostro corpo anche da soli, imparando così anche a scoprirlo un po’ di più ed a prendere confidenza con i segnali che esso ci manda.

L’automassaggio è quindi un appuntamento fisso, un rituale che ogni stagione propongo nel Programma Stagionale, ma che chiunque può fare ogni volta che sente il bisogno di prendersi un pochino cura di se stesso/a.

Per questo motivo in questo breve articolo ho pensato di raccontarti come fare, in completa autonomia, un bellissimo automassaggio ayurvedico.

Parte integrante dell’automassaggio di cui ti parlerò è l’utilizzo di un olio da spalmare su tutto il corpo. 

L’olio è un fattore molto importante in quanto, proprio come per mantenere ben funzionante un ingranaggio è fondamentale lubrificarlo con dell’olio, anche noi esseri umani, allo stesso modo, per mantenere ben lubrificate le nostre articolazioni, possiamo ricorrere alle qualità di vari tipi di oli. 

Di seguito, ti consiglio degli oli specifici in base alla tua costituzione ayurvedica ed i relativi oli essenziali adatti per ogni dosha che possono essere eventualmente aggiunti al tuo olio per rendere la sua profumazione più gradevole e per aiutare a favorire l’equilibrio del dosha. 

Nel caso optassi per questa opzione nella scelta del tuo olio da massaggio, utilizza 50 gocce di olio essenziale per 100 ml di olio vegetale.

La scelta ideale sarebbe scegliere un olio adatto alla propria costituzione ayurvedica; se hai dei dubbi sulla tua costituzione, puoi utilizzare l’olio di sesamo che è adatto ad ogni dosha. 

Inoltre, se ti interessa approfondire questo argomento e conoscere qual è la tua costituzione ayurvedica, puoi fare questo test.

Per quanto riguarda gli oli più comuni, come ad esempio: oliva, sesamo, mais, puoi utilizzare tranquillamente quelli che utilizzi in cucina. Anzi, in realtà personalmente li trovo migliori rispetto a quelli specifici per massaggio in quanto non contengono sostanze chimiche. 

Se non hai a disposizione l’olio specifico per la tua costituzione, oppure già utilizzi un altro olio per il corpo, va comunque benissimo. Considera che è sempre meglio dedicare del tempo a se stessi piuttosto che rinunciare perché manca il prodotto di base.  🙂

VATA

Poiché Vata è secco, tutti gli oli sono potenzialmente validi. Tra i maggiormente indicati troviamo:

  • Oli vegetali: olio di semi di sesamo, olio di nocciola, olio d’oliva
  • Oli essenziali: angelica, basilico, calamo, canfora, cardamomo, camomilla, salvia, coriandolo, eucalipto, zenzero, lemongrass, sandalo

PITTA

  • Oli vegetali: olio di semi di girasole, olio di cocco, olio d’oliva 
  • Oli essenziali: camomilla, coriandolo, cumino, finocchio, gelsomino, melissa, lemongrass, lavanda, menta, rosa, sandalo, 

KAPHA

Poiché una caratteristica di questo dosha è quello di essere unto, gli oli andrebbero utilizzati in quantità moderate.

  • Oli vegetali: olio di mandorle, olio di senape, olio di girasole, olio di mais
  • Oli essenziali: angelica, basilico, canfora, cardamomo, cannella, eucalipto, zenzero, mirra, arancio, salvia.

Come fare l’automassaggio:

Prepara un ambiente rilassante

Per prima cosa ti suggerisco di preparare un ambiente piacevole e rilassante; ad esempio puoi accendere delle candele, un incenso ed anche della buona musica rilassante.

Prepara l’olio

Porta l’olio alla giusta temperatura: puoi scaldarlo con un apposito scalda olio, oppure metterlo a bagnomaria qualche minuto. Mi raccomando, l’olio deve essere tiepido, non bollente… altrimenti ti ustioni :)) In generale, si utilizza l’olio tiepido perché il calore favorisce il suo assorbimento da parte dell’epidermide. Se non hai a disposizione uno scalda olio, in alternativa puoi sfregare energicamente qualche goccia di olio sulle mani in modo che si scaldi un pochino prima di applicarlo sul corpo.

Come applicare l’olio

Applica l’olio facendo una piccola pressione in modo circolare. Come sempre, non temere di stare facendo le cose giuste o sbagliate…qualsiasi contatto con la tua pelle, fatto in modo amorevole, è un toccasana per il corpo e per la mente. Quindi, semplicemente, concentrati su ciò che stai facendo, respira intensamente, e lovva il tuo corpo!

Da dove iniziare

Inizia cospargendoti il viso, applicando piccole dosi come se ti stessi spalmando una crema, poi scendi sul collo, passa alle estremità superiori (braccia e mani) poi al busto, alla pancia, alla schiena, e per concludere alle gambe ed ai piedi.

(Se vuoi dedicarti ad un massaggio specifico per il viso, soffermandoti più a lungo su questa parte del corpo, ti consiglio di seguire il video: Automassaggio Ayurveda per il viso.)

Soffermati sulle tensioni

Se massaggiandoti individui una parte del corpo particolarmente tesa, soffermati maggiormente su questa parte cercando con amorevolezza di dargli tutte le tue attenzioni.

Sciacqua l’olio con una bella doccia

Quando avrai completato ti consiglio di fare una bella doccia tiepida (non bollente mi raccomando), ti regalerà una bella sensazione di freschezza e prontezza. Evita se possibile di utilizzare saponi oppure, se non hai alternativa, utilizza un sapone naturale o neutro.

Vedrai che dopo questa profonda idratazione, non sarà nemmeno necessario cospargere il corpo con una crema idratante dopo la doccia.

Ultimi suggerimenti:

Questa fantastica pratica sarebbe meglio farla la mattina, prima della pratica yoga, in quanto è super utile per affrontare la giornata con energia e rilassatezza. 

Tuttavia, qualora la mattina proprio ti sia impossibile ritagliarti i 10 minuti necessari per applicare l’olio, puoi sempre farla la sera prima di andare a dormire…ti sarà comunque utile per scrollarti di dosso la stanchezza fisica ed emotiva della giornata ed avere un sonno rigeneratore e profondo.

La cosa importante è ricordarsi, almeno ogni tanto, di prendersi cura del nostro corpo anche dall’esterno, nutrendo la pelle e le articolazioni che, proprio come gli ingranaggi di una macchina, hanno bisogno di olio per funzionare al meglio, altrimenti iniziano a scricchiolare!

Una buona abitudine per esempio può essere quella di dedicare un giorno, ad esempio la domenica o un tuo giorno libero, alla cura del corpo attraverso il massaggio, magari abbinata anche ad una maschera per il viso e/o capelli.

Buon automassaggio!

“La pelle è un vento solido che mette in comunicazione il sangue con il cielo.” (Fabrizio Caramagna)

Bibliografia:

Ti sei mai chiesto come stanno i tuoi Chakra?

CHAKRA_TEST_2.0

Abbiamo creato un test simpatico e divertente in grado di aiutarti a capirlo.

Prova ora... è gratis! :)

Altri articoli che potrebbero interessarti:

I Cinque Riti Tibetani: cosa sono e come funzionano (+ video gratuito)

I Cinque Riti Tibetani sono una pratica energizzante completa che lavora su tutto il corpo, frutto della rielaborazione di alcune posizioni tradizionali dello yoga.

Psoas: il muscolo dell’anima per allontanare ansia e stress

Lo psoas viene chiamato “muscolo dell’anima”, in quanto la sua relazione con la nostra condizione psicofisica è profondissima.

Lo Yoga “ci cambia”! Ecco come, e perché…

Il cambiamento è una delle condizioni più complicate con le quali, in quanto esseri umani, ci ritroviamo ad avere a che fare.

12-benefici-yoga

I 12 benefici dello yoga sul corpo e sulla mente

Solo 12 benefici dello yoga? Beh… in realtà sono molti di più, ma non vorrai mica che ti sveli tutto subito, vero?

4 commenti su “Automassaggio Ayurveda: come fare e quali oli utilizzare”

  1. Grazie di 💖

    Rispondi
    • Grazie a te Mariella,
      Buona continuazione, un abbraccio 😊🙏🌟

      Rispondi
  2. Grazie per questo bellissimo dono 💝.. speciale!

    Rispondi
    • Grazie a te Giuliana!
      Buona continuazione, un abbraccio 😊🙏🌟

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter di Yoga n' Ride

...è il modo migliore per ricevere interessanti contenuti sul magico modo dello yoga, dell'ayurveda, e della meditazione

Cliccando sul pulsante accetti la Privacy Policy ed i Termini e Condizioni di Yoga n’ Ride.