121
Shares

Stai cercando un libro sullo yoga ma non sai da che parte iniziare?

Come ti capisco!! 🙂

A me è successa la stessa cosa un sacco di volte… e considerando il fatto che sono più o meno 3.000 anni che vengono scritti testi sullo yoga, e che in commercio oggi si trova veramente di tutto, trovo che sia praticamente inevitabile sentirsi un tantino sperduti quando ci si mette per la prima volta alla ricerca di un libro sullo yoga che faccia per noi.

Ma non preoccuparti, in questo articolo ti guiderò alla scoperta delle principali tipologie di libri sullo yoga, e ti fornirò tutte le indicazioni necessarie su come scegliere il libro più adatto alle tue esigenze.

Nello specifico, ti parlerò dei libri che hanno influenzato maggiormente il mio percorso di studio, e che mi hanno aiutata a comprendere ed approfondire le mie conoscenze sullo yoga.

Per aiutarti a scegliere ho suddiviso per categorie alcuni dei migliori testi disponibili ad oggi, in modo che tu possa facilmente trovare ciò che fa per te.

Inoltre, per ogni titolo proposto, ti riporto un link che ti permetterà di acquistare semplicemente il libro su Amazon.

Ecco le categorie:

 

Un libro per iniziare: Yoga for Dummies

yogafordummiesNel corso degli anni mi è capitato di trovarmi tra le mani diversi libri e guide di yoga “per principianti”, molti dei quali a mio avviso incomprensibili per chi si sta avvicinando per la prima volta alla pratica di questa disciplina.

Yoga for Dummies invece racconta in modo molto chiaro, semplice e piacevole i diversi aspetti dello yoga.

Si tratta di un libro ottimo per farsi un’idea generale, ideale per i neofiti o per chi ha le idee un po’ confuse sulla pratica dello yoga.

E’ il libro che fa per te se stai cercando qualcosa per:

  • Imparare le posizioni base dello yoga e della respirazione. (In questo testo le posizioni e le tecniche di respirazione e rilassamento sono spiegate attraverso una serie di illustrazioni semplici e di facile comprensione.)
  • Approfondire la teoria dello yoga e comprendere quali sono i principali stili, benefici, strumenti necessari alla pratica e molte altre cose interessanti.
  • Capire come adattare la pratica in funzione dell’età e della condizione fisica.
  • Imparare le posizioni fondamentali grazie a delle spiegazioni molto semplici e a numerose illustrazioni.
  • Adattare la pratica personale alla tua età ed alla tua condizione fisica.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Se sei alle prime armi con lo yoga, ti ricordo che su Yoga n’ Ride puoi SCARICARE GRATIS una video-lezione di Yoga specifica per Principianti, nel corso della quale vedremo come praticare le posizioni base dello yoga e come respirare correttamente.

Clicca qui per scaricare GRATIS il video della lezione

 

Testi classici sullo Yoga

In questa sezione ho raggruppato i principali testi classici sullo yoga. Si tratta di testi dalla valenza spirituale, adatti a chi vuole approfondire questo aspetto dello yoga, oppure a chi è interessato a comprendere la filosofia che sta alle spalle dello yoga.

Nella maggior parte dei casi questi libri sono dei veri e propri capolavori; testi portatori di una profonda saggezza, che andrebbero letti non come un semplice “racconto”, ma come veri e propri testi di consultazione, quasi “meditativi”, in cui ogni frase racchiude profondi significati.

Dobbiamo considerare che si tratta di libri scritti moltissimi anni fa, e che nel corso di tutto questo tempo il nostro linguaggio è cambiato radicalmente, per cui, sebbene i messaggi che contengono siano ancora estremamente attuali, per poterli comprendere fino in fondo ritengo sia necessaria una conoscenza di base dello yoga, o una certa predisposizione alla lettura di libri filosofici.

Per questo motivo, anche se il contenuto di questi testi è un grandioso patrimonio per l’umanità, e sarebbe bello se tutti noi li leggessimo almeno una volta nella vita, credo che siano più adatti a chi ha già una certa familiarità con lo yoga, con la terminologia sanscrita e una buona affinità con la filosofia.

Di sicuro si tratta di libri che un insegnante di yoga non può fare a meno di leggere (e rileggere), in quanto  ogni volta che li si affronta si finisce con l’imparare qualcosa di nuovo su questo meraviglioso stile di vita.

NB: Trattandosi di testi molto antichi, a volte troverete i nomi degli autori o la loro collazione storica con dei punti interrogativi, in quanto esistono diverse interpretazioni.

 

Bhagavad Gita (Veda Vyasa III sec. a.c.? )

bhagavad gitaBhagavad Gita Significa: “Il canto del Beato”. Questo capolavoro fa parte del Mahabarata, cioè il più grande o vasto poema epico della storia.

La Gita, come viene amorevolmente chiamata dagli indiani, è una mitologia che racconta il dialogo tra il guerriero Arjuna e il suo auriga (o condottiero del carro) Krishna, alla vigilia di una battaglia.

Nel racconto Arjuna è invitato a combattere, e Krisnha, che rappresenta l’avatar di Visnu, o il sé divino che c’è in ogni essere vivente, o ancora il nostro “io più profondo”, lo invita all’azione, rivelandogli gli insegnamenti dello yoga (karma yoga) per affrontare la battaglia dell’esistenza e ottenere la liberazione dal ciclo delle rinascite.

Questo libro, che è un vero e proprio patrimonio dell’umanità, racchiude messaggi senza tempo, e racconta, attraverso la mitologia, la battaglia interiore tra il bene e il male, lo sviluppo spirituale umano, e ci insegna a superare i nostri difetti e debolezze individuali.

Si rivela quindi uno strumento che ci aiuta a spazzare via gli ostacoli lungo il nostro cammino. Possiamo considerare la Gita come un pratico “manuale di vita”, nel quale si affrontano tematiche spirituali di valenza universale.

La Gita è ritenuta il primo vero testo yoga e indica tre vie per ottenere l’illuminazione:

  • Karma Yoga, la via o il sentiero dell’azione
  • Bhakti Yoga, la devozione verso il divino
  • Jnana Yoga, il sentiero della saggezza

Molti grandi pensatori del passato, dal Mahatma Gandhi (che pare conoscesse la Gita a memoria), a Herman Hesse, a Schopenauer, hanno raggiunto il loro splendore interiore studiando e praticando gli insegnamenti della Bhagavad Gita.

Lessi con emozione una traduzione della B. G.; era atroce , ma vi trovai per la prima volta una traccia dell’oro di cui, nella mia personale ricerca, avevo intuito l’esistenza” – H. Hesse

“L’opera più istruttiva e sublime che esista al mondo” – A. Schopenauer

Se le varie tragedie che hanno costellato la mia vita non mi hanno lasciato nessuna cicatrice, è solamente dovuto agli insegnamenti della B. G.” – Mahatma Gandhi.

Al mattino innaffiavo il mio intelletto nella filosofia stupenda e cosmogonica della Bhagavad-gita, a confronto, il nostro mondo moderno e la sua letteratura sembra gracile e insignificante.” – Henry David Thoreau

Poiché questo testo è composto da diversi “canti” , cioè dialoghi densi di significato, che possono avere diverse interpretazioni, i più grandi guru della storia ne hanno dato la loro interpretazione scrivendone un commentario.

Per questo motivo si trovano centinaia edizioni della Gita che vanno dalle edizioni dei grandi guru come Sivananda, Satyananda, e Yogananda, fino ad arrivare al commentario di Gandhi.

Una versione che ho trovato molto interessante è quella commentata da Swami Saraswati Sivananda, che puoi acquistare su Amazon cliccando il pulsante qui sotto.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Yogasutra (Patanjali – 3 sec. a.c ? IV-V sec. d.c.?)

quattro capitoli sulla liberta'Gli Yogasutra, ovvero: “gli aforismi dello yoga”, sono il più antico testo di riferimento sullo yoga, e il testo di riferimento per la maggior parte delle scuole e dei vari tipi di yoga che si sono formati nel corso della storia.

Si tratta di un trattato composto da 196 aforismi, o frasi brevi dense di significato. Patanjali, attraverso i suoi aforismi, divisi in 4 libri (o “pada“), ci racconta la via per il Raja yoga o Yoga regale, cioè lo yoga rivolto all’aspetto meditativo.

Questi aforismi rappresentano una vera e propria guida all’autocoscienza, utile per comprendere gli stati che la mente attraversa durante la meditazione, la pratica dello yoga e delle altre pratiche spirituali.

Gli Yogasutra vengono anche definiti “Lo yoga delle 8 membra” o Asthanga yoga proprio perché Patanjali ha individuato in 8 tappe (o “anga”) la via per raggiungere il fine ultimo dello yoga, cioè la cessazione delle afflizioni mentali.

Queste 8 tappe sono:

  • Yama – Astinenze
  • Nyama – Osservanze
  • Asana – Posizioni
  • Pranayama – Tecniche di assorbimento dell’energia vitale (respirazione)
  • Pratyahara – Ritiro delle percezioni sensoriali
  • Dharana – Concentrazione
  • Dyana – Meditazione
  • Samadhi – Illuminazione, beatitudine

E’ curioso notare come, pur essendo il 3° stadio rappresentato dalle posizioni, cioè gli asana, in questo testo Patanjali non tratti alcuna posizione ad esclusione di quella meditativa (seduta a gambe incrociate), in cui sostiene che l’asana deve essere “comodo e stabile”.

Si tratta quindi di un testo che riguarda “la mente” e la disciplina della mente, e che non comprende la descrizione di nessuna posizione, come invece vedremo nei testi successivi.

P.S. Anche se lo yoga di Patanjali viene definito “Yoga degli 8 Anga”, e quindi letteralmente “Asthanga“, non è da confondersi con il tipo di yoga diffuso dal mastro Pattabhi Jois noto al mondo moderno come “Asthanga yoga”. Quest’ultimo si rifà ovviamente agli insegnamenti del testo di Patanjali, ma è caratterizzato da uno stile di pratica in cui si esegue una serie di posizioni fisse.

Anche per questo testo esistono numerosissimi commentari; il mio consiglio è di leggerne diversi, in quanto ogni commentario ci fornisce degli spunti di ragionamento nuovi e interessanti.

Un’edizione a mio avviso particolarmente interessante, e di facile comprensione, è la versione di Satyananda: “Quattro capitoli sulla libertà”.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Hatha Yoga Pradipika (Svatmarama – XV sec. d.c.)

la lucerna dello hatha yoga“La lucerna dello Hatha yoga”, in sanscrito “L’Hatha Yoga Pradipika“, è un trattato breve suddiviso in quattro capitoli, o lezioni.

In questo testo l’autore vuole spiegare lo scopo dello yoga, cioè il raggiungimento del Samadhi, sottolineando il fatto che non sia possibile raggiungere il Raja yoga, ovvero lo yoga mentale (o meditazione), senza aver imparato l’Hatha yoga, cioè lo yoga dello sforzo (o la pratica delle posizioni) e viceversa.

Per questo motivo, a differenza dei testi di epoche precedenti, nei quali veniva trattato solo l’aspetto mentale dello yoga, questo è il primo testo di yoga che descrive anche la pratica degli asana.

Gli asana descritti, 15 in totale e tutti nel primo capitolo, secondo Svatmarama, possono essere praticati per “guadagnare una postura eretta, salute e saggezza.

Il secondo capitolo invece è dedicato alla descrizione delle tecniche di controllo del “Prana” ovvero l’energia vitale che scorre dentro di noi, in quanto,come viene descritto nel testo:

Quando il respiro è instabile, la mente è instabile. Quando il respiro è stabile, la mente è stabile, per questo è necessario controllare il respiro.

Il terzo capitolo è dedicato alla descrizione dei 10 mudra fondamentali, distruttori della vecchiaia e della morte.

Il quarto ed ultimo capitolo, o lezione, illustra come raggiungere lo scopo dello yoga, il Samadhi:

Uno stato della mente che distrugge la morte, conduce alla felicità e produce la suprema beatitudine“.

Questo testo contiene ancora una volta degli insegnamenti di profonda saggezza; esso descrive, infatti, le tecniche per ottenere i poteri sovrannaturali.

In molti casi si tratta di pratiche molto distanti dalla nostra cultura, (come per esempio quella di tagliarsi il frenulo della lingua per assaporare il nettare dell’immortalità), e per questo motivo trovo che sia un trattato molto interessante, ma rivolto più che altro agli insegnanti o agli studiosi… e che vada preso un po’ con le pinze in quanto propone tecniche un po’ fuori dal comune, e se proprio le si vuole mettere in pratica, bisognerebbe perlomeno essere seguiti da un guru esperto.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Gheranda Samhita (Gheranda? anno XVII-XVIII?)

gheranda samhitaLa “Gheranda Samhita“, in italiano “La raccolta di Gheranda”, è uno dei più importanti trattati di Hatha yoga che siano mai stati scritti, ed è quello che descrive il maggior numero di pratiche, con 32 asana e 25 mudra.

Questo testo contiene gli insegnamenti del guru Gheranda al discepolo Candakapali, e descrive il percorso di uno yogi per raggiungere l’illuminazione, articolato in 7 momenti o lezioni, a partire dalle norme igieniche e purificatorie, fino agli esercizi spirituali più elevati, destinati a risvegliare la kundalini, l’energia spirituale evolutiva e che ancora una volta terminano nel Samadhi, l’identificazione con la realtà assoluta o la beatitudine.

Ecco qui i passi per il raggiungimento dello scopo spiritual dello yoga, descritti nella Gheranda Samhita:

  1. Dhauti – pulizia e purificazione del corpo
  2. Asana – Posizioni
  3. Mudra – Chiusure energetiche
  4. Prathyara – ritrazione dei sensi
  5. Pranayama – assorbimento del prana (energia vitale)
  6. Dyana – meditazione
  7. Samadhi – Illuminazione, beatitudine

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Teoria e pratica dello Yoga, i libri dei grandi Guru

In questa sezione ho raccolto i principali testi scritti dai grandi maestri che descrivono la teoria e soprattutto la pratica dello yoga secondo i diversi lignaggi, o secondo il tipo di yoga insegnato.

Si tratta di libri di testo fondamentali per un insegnante di yoga e utili anche ai praticanti più esperti o ai neofiti che vogliono approfondire un po’ di teoria e soprattutto la pratica, apprendendo i nomi dei vari asana, le specifiche sulla loro esecuzione, le tecniche di respirazione, i gesti delle mani etc.

Swami SaraswatiSwami Satyananda Saraswati

Swami Satyananda Saraswati è stato un grande guru, discepolo di Sivananda, che ha dedicato la vita a trasmettere gli insegnamenti  dell’Hatha yoga nel mondo. Con il suo approccio dinamico e scientifico allo yoga e alla vita spirituale, ha guidato e ispirato migliaia di centri e ricercatori spirituali di tutto il mondo. 

Di seguito ti riporto i suoi  testi principali.

Asana Pranayama Mudra Bandha

784289Questo testo è stato riconosciuto a livello internazionale come uno dei manuali più sistematici sullo Hatha yoga disponibili al giorno d’oggi.

Fin dalla sua prima pubblicazione, edita dalla Bihar School of Yoga nel 1969, è stato ristampato in inglese 14 volte e tradotto in molte altre lingue. Gli asana sono descritti in modo semplice e chiaro e soprattutto in ordine progressivo, partendo dalla serie di esercizi di Pawanmuktasana (antireumatici, antigastrici, sblocco energetico), fino ad arrivare a descrivere gli asana di livello avanzato.

Oltre a ciò, come lascia trasparire il titolo del testo, vengono descritti i principali mudra (gesti delle mani), i principali tipi di Pranayama e Bandha (contrazioni e chiusure energetiche).

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Yoga Nidra

51bNol+rbuL._SX354_BO1,204,203,200_Yoga Nidra è una tecnica di rilassamento profondo sviluppato dall’autore del libro, prendendo come spunto le pratiche tantriche di concentrazione Nyasa. Questo metodo, del quale abbiamo parlato in maniera approfondita nel post: Yoga Nidra, cos’è, come si fa, e perché funziona, ci permette di rilassare le tensioni fisiche, emozionali e mentali.

Proprio per la sua facilità di esecuzione, Yoga Nidra è considerato un metodo sistematico adatto a tutti i praticanti di ogni età e condizione fisica.

Per maggiori informazioni sullo Yoga Nidra, puoi dare un occhiata a questo articolo: Yoga Nidra, cos’è, come si fa, perché funziona (+video) >

Viene utilizzato nella gestione dello stress e nella terapia, per migliorare il processo di apprendimento in campo educativo, per armonizzare l’inconscio profondo, per risvegliare il potenziale interiore e come tecnica meditativa.

In questo testo viene descritta la teoria di Yoga Nidra sia dal punto di vista yogico sia scientifico e riporta una sezione dedicata alle ricerche scientifiche.

Nel testo vengono anche riportate la trascrizione di alcune lezioni, brevi e lunghe.
Il libro si rivela quindi uno strumento utile, sia per gli insegnanti che vogliono approfondire questo aspetto dello yoga, sia per chi è alla ricerca di una linea guida per fare o proporre questa pratica al meglio.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

BKS Iyengar

BKS Iyengar è stato un famoso guru, un grande maestro autore di molti testi e ideatore dello stile che prende il suo nome, Iyengar yoga. Il suo stile si focalizza sull’allineamento corretto delle posizioni.

Ecco alcune delle sue pubblicazioni più importanti.

 Teoria e pratica dello yoga

teoria e pratica dello yogaUno dei testi più autorevoli di BKS Iyengar, “Teoria e pratica dello yoga” riporta la descrizione dettagliata di oltre 200 asana, e numerosissime tecniche di respirazione (pranayama).

Sono circa 600 le fotografie che accompagnano le spiegazioni e che ritraggono il maestro quando, a trentacinque anni, praticava yoga dieci ore al giorno!

Si tratta di uno dei testi di yoga più diffusi, definito da molti anche come la bibbia dello yoga, ed è uno strumento indispensabile per praticanti e insegnanti di tutto il mondo che vogliono progredire nella pratica e apprendere al meglio l’esecuzione degli asana.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Teoria e pratica del pranayama

81G5Ub0vb0LTeoria e pratica del pranayama è un libro molto interessante per coloro che vogliono approfondire l’aspetto della respirazione, anche se non risulta sempre di facile comprensione ed è piuttosto “tecnico”.

Per questo motivo cui credo che per poterlo comprendere al meglio si debba avere una certa conoscenza base dello yoga e conoscere bene le posizioni.

Non a caso il maestro insegnava il Pranayama ai suoi studenti solo dopo che essi avevano raggiunto una buona dimestichezza nella pratica degli asana.

20 disegni anatomici mostrano tutti i movimenti appropriati all’esecuzione del Pranayama.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Pattabhi Jois

Pattabhi Jois è il padre fondatore dell’Asthanga yoga. Questo stile si è diffuso e sta prendendo sempre più piede in America e nel resto del mondo proprio grazie all’impegno di quesoto maestro.

Si tratta di un tipo di yoga piuttosto “fisico” in cui si esegue una sequenza fissa di posizioni. La sua pubblicazione più famosa è “Yoga Mala”.

Yoga Mala

yoga malaYoga mala è uno dei testi principali di riferimento dell’Asthanga yoga in cui l’autore ne descrive in modo dettagliato il Saluto al Sole, (diverso da quello dell’Hatha yoga) e 42 altre posizioni.

La prima parte del libro introduce i principi dell’ Ashtanga Yoga di Patanjali, come:  Yama – Niyama e Pranayama, la seconda descrive invece l’intera sequenza di Asana che costituiscono la prima serie dell’ Ashtanga Vinyasa Yoga.

Yoga Mala è un manuale indispensabile per gli studenti e gli insegnanti di yoga che seguono questo stile.

P.S. Purtroppo in Amazon si trova solo la versione in inglese. In alcune librerie tuttavia è disponibile anche quella in italiano.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Paramahnsa Yogananda

Paramahnsa Yogananda è stato un maestro esemplare, uno dei primi ad aver portato lo yoga in occidente e in America. Il suo discepolo Kriyananda diede il nome “ananda yoga” allo stile insegnato dal suo maestro e che si ispira all’Hatha yoga e  Raja yoga.

Yogananda ha scritto diversi testi e molti dei suoi insegnamenti continuano ad essere proposti in testi minori. Tuttavia, il suo libro più importante è “Autobiografia di uno Yogi”.

Autobiografia di un yogi

yoganandaQuesto testo è uno dei libri più letti, più importanti e più cari ai praticanti di yoga di tutto il mondo. Il libro, da leggere come una vera e propria autobiografia, parla della vita straordinaria di Paramahansa Yogananda. L’autore ci guida in un viaggio indimenticabile all’interno del mondo dei santi e degli yogi, della scienza e dei miracoli, della morte e della resurrezione.

Parla di concetti per certi versi molto distanti dalla nostra cultura, racconta cose fuori dall’ordinario, per questo credo che sia un libro da leggere senza porsi troppe domande ma cercando di coglierne l’essenza più profonda.

E’ diventato famoso anche per essere stato l’unico libro che Steve Jobs avesse nel suo iPad, e perché al suo funerale ne furono distribuite gratuitamente 500 copie come ringraziamento per questo suo regalo spirituale al mondo.

Recentemente è stato realizzato un film del libro: Il sentiero della felicità.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Esercizi di ricarica

esercizi di ricaricaPer chi volesse invece approfondire gli insegnamenti del maestro Yogananda, allora è di fondamentale importanza il testo: “Esercizi di ricarica.”

Si tratta di un libro in cui vengono descritti 39 esercizi di ricarica, che sono una tecnica dinamica per il controllo del prana o energia vitale.

Gli esercizi si basano sull’insegnamento secondo cui l’intero universo è un condensato di energia e ci insegnano a come attingere alla fonte di energia cosmica che è disponibile ovunque, per tutti, liberamente e senza limiti con lo scopo di portare guarigione e benessere.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Libri di Anatomia Yoga

Personalmente adoro i libri di anatomia in quanto attraverso lo studio dei muscoli e degli organi del corpo è possibile comprendere meglio come agiscono gli asana e quali effetti hanno sul corpo e sulla mente.

Di seguito ti parlo dei due principali testi di questo genere.

Anatomia dello yoga

anatomia dello yogaUn libro sicuramente interessante e di molto facile comprensione è “Anatomia dello yoga”.

Attraverso delle illustrazioni bellissime e molto chiare è possibile comprendere in modo semplice quali sono i muscoli che vengono allungati e quali invece vengono rinforzati durante le principali posizioni di yoga.

Si tratta di un testo adatto a tutti, e secondo me è l’ideale anche per gli sportivi che in genere sono più attenti o interessati all’aspetto fisico delle posizioni per comprendere come allungare i muscoli di cui sentono la necessità in seguito allo sforzo fisico.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Yoga terapeutico

81F-WejVDJLUn’altro testo interessante, anche se forse di un po’ più difficile comprensione è “Yoga terapeutico”.

In questo libro vengono affrontate la bio-meccanica del corpo, la fisiologia delle varie posizioni, la neurofisiologia psicosomatica.

Per comprendere al meglio il testo, secondo la mia opinione, sono necessarie delle conoscenze base di anatomia e una buona padronanza delle posizioni yoga.

Ad ogni modo, nel testo si trovano delle magnifiche illustrazioni attraverso le quali è facile  capire quali muscoli, articolazioni e tendini interagiscono nelle varie posizioni. E’ un buon libro per chi intende progredire e migliorare la pratica.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Libri sui mudra

Il concetto di mudra trae origine dal sanscrito e significa “sigillo”. “Mud” sta per gioia e “ra” per suscitare.

In parole povere, un mudra è un sigillo che apporta gioia. Sono semplici gesti o atteggiamenti delle mani, che chiunque è in grado di compiere, ma hanno il valore di complicati esercizi di yoga.

Tenere le dita in una certa posizione per alcuni minuti è un mudra che agisce sul corpo, sullo spirito e sull’anima.

Per questo motivo trovo straordinario ed affascinante il mondo dei mudra e, nel corso del mio percorso yogico, mi sono trovata ad acquistare diversi libri che a proposito di questo argomento.

I migliori che ho trovato, e che  ti propongo di seguito, sono quelli dell’insegnante di yoga Gertrud Hirschi.

Mudra: lo yoga delle mani

mudra-lo-yoga-delle-maniQuesto libro è un manuale pratico e completo adatto a tutti. Ideale per chi vuole approfondire la pratica dei mudra come strumento per migliorare la qualità di vita, prevenire e curare malattie, superare disturbi emotivi e psicologici.

Ogni mudra viene spiegato dettagliatamente e vengono riportate numerose indicazioni per intensificarne i suoi effetti attraverso l’impiego di erbe, esercizi respiratori, visualizzazioni, corrette abitudini alimentari, musica e colori specifici.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

 

I nuovi mudra; gesti sacri di energia

i nuovi mudraQuesto manuale pratico comprende la descrizione di mudra che solitamente non si trovano in altri testi e ne descrive circa una sessantina con fotografie e disegni facilmente comprensibili.

Per ogni mudra viene descritta la fase di preparazione, l’esecuzione, le respirazione, l’effetto, ed infine delle pratiche di immaginazione e affermazione per intensificarne l’efficacia.

E’ un libro adatto a tutti, che consiglio specialmente agli amanti dei mudra, a chi sta cercando una tecnica alternativa di guarigione o a chi vuole fare yoga senza mettersi sul tappetino.

Alcuni trai più interessanti sono:

  • il mudra contro lo stress,
  • il mudra per la digestione,
  • il mudra per trovare senso alla vita,
  • il mudra per lo sport,
  • il mudra contro le preoccupazioni,
  • il mudra per la risoluzione di traumi.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Curarsi con lo Yoga (Yoga terapeutico)

Lo yoga può anche essere anche utilizzato come strumento di cura, e quindi terapeutico.

In funzione delle patologie di cui si soffre, e di come si abbinano tra loro le posizioni, si può andare alla ricerca di ottenere particolari risultati specifici.

Questi testi ti aiuteranno a capire come scegliere ciò che più fa per te, e a trovare nello yoga un mezzo di guarigione.

Lo yoga che ti cura – esercizi e pratiche per prevenire e risolvere i disturbi più diffusi di: Timothy McCall

Lo yoga che ti cura coverUn libro bellissimo, scritto in modo molto semplice, chiaro e approfondito. E’ una guida allo yogaterapia scritta da un medico ed esperto di yoga.

Per ogni patologia trattata vengono date indicazioni su quali esercizi eseguire. Gli esercizi sono illustrati in modo semplice attraverso delle fotografie e spiegazioni chiare.

Il libro tratta diverse patologie come:

  • ansia e attacchi di panico,
  • artrite,
  • asma,
  • cancro,
  • depressione,
  • diabete,
  • fibromalgia,
  • hiv e aids,
  • infertilità,
  • insonnia,
  • ipertensione
  • mal di schiena
  • mal di testa,
  • malattie cardiache,
  • menopausa,
  • sclerosi multipla,
  • sindrome da affaticamento cronico,
  • sindrome del colon irritabile,
  • sindrome del tunnel carpale,
  • sovrappeso e obesità.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Yoga e salute – come curarsi con la tecnica orientale, di Gabriella Cella Al-Chamali

Yoga e saluteManuale scritto con chiarezza e linearità, Yoga e Salute incentra l’attenzione su come raggiungere l’equilibrio psicofisico che rende ogni persona perfettamente sana.

L’autrice, per ogni disturbo trattato, consiglia un programma terapeutico giornaliero formato da posizioni semplici e complesse, e suggerisce un orario di esecuzione, seguendo “l’orologio dell’energia”, elaborato dagli agopuntori cinesi.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Libri Yoga per la Donna

In questa sezione, l’ultima, voglio parlarti di alcuni libri dedicati alle donne.

Lo yoga, si sa, è nato come una disciplina praticata solo dagli uomini e si è dovuto aspettare fino agli anni 70 per la divulgazione in occidente dello yoga anche nel mondo femminile. Oggigiorno la situazione pare che si sia ribaltata, e che siano soprattutto le donne a praticarlo con maggiore intensità e trasporto.

Per questo motivo sono sempre più numerosi anche i libri dedicati al mondo femminile.

Di seguito te ne descrivo due che trovo particolarmente interessanti.

Yoga per la donna, di Gita S. Iyengar

51IqPUd0bGL._SX357_BO1,204,203,200_Questo testo è stato scritto dalla figlia del famoso maestro Iyengar.

Dal padre Gita ha ereditato la passione per lo yoga e ha raccolto gli insegnamenti da lui ricevuti in questo libro tutto dedicato alla donna.

Nel testo una parte introduttiva descrive la teoria dello yoga, a mio avviso forse un po’ complicata per un neofita ma facilmente comprensibile per chi ha già affinità con la filosofia yoga ed il sanscrito.

La seconda parte è invece dedicata alla pratica in relazione alle caratteristiche principali della donna, come il periodo delle mestruazioni, la gravidanza, il post parto e la maternità. Per ogni condizione trattata, vengono identificate delle posizioni adeguate.

Il libro è completo di ben 200 fotografie che illustrano dettagliatamente gli asana.

In più, una sezione specifica è dedicata alla pratica dello yoga kurunta, cioè la pratica delle posizioni con l’aiuto di una corda sospesa, e inoltre vengono approfonditi anche i principali pranayama e mudra.

Clicca qui per acquistare il libro >

 

Yoga e maternità, di Gabriella Cella, Fiorenza Zanchi

71ej7KdLGELQuesto testo è frutto del lavoro di una nota insegnante di yoga (Gabriella Cella) e della ginecologa Fiorenza Zanchi.

Nel testo vengono accolti e sintetizzati i risultati della medicina occidentale e la straordinaria lezione del sapere orientale.

Il testo si compone di alcune informazioni medico scientifiche che aiutano la donna a comprendere le trasformazioni del corpo durante il periodo della gravidanza.

Inoltre, il manuale propone un programma giornaliero di posizioni, spiegate dettagliatamente per ogni mese di gravidanza, e affronta la gravidanza dall’inizio, al parto, all’allattamento senza tralasciare un cenno anche sull’alimentazione.

Essendo questo testo scritto da Gabriella Cella, fondatrice dello Yoga Ratna, le pratiche descritte per la gravidanza sono ben diverse rispetto a quelle proposte da Gita Iyengar in Yoga per la donna. Personalmente trovo che le pratiche suggerite in “Yoga e Maternità” siano più adatte a tutte noi, anche a chi non ha mai fatto yoga e vorrebbe iniziare in gravidanza.

Clicca qui per acquistare il libro >

E con questo è tutto!

Se vuoi suggerire anche tu qualche libro specifico, lo puoi fare nella sezione commenti qui sotto… così come puoi farmi sapere se fra quelli elencati non hai trovato il testo che cercavi!

Buona lettura, e ricorda: condividere questo post sui tuoi Social Network ti aiuterà a leggere e ad apprendere più in fretta!! 🙂 🙂